in

Alda Merini

I Bravissimi Cast
I Bravissimi Cast
Alda Merini
/

Alda Merini é uma grande poeta e escritora italiana. Quem vai contar a história dessa importante mulher, em italiano, será a professora Ana Caroline Romero.

Ciao, benvenuti ao I BravissimiCast: un giro per l’Italia. Agora, imagine que está sentado numa mesa em uma das belas praças italianas, sentindo seus aromas e vendo suas riquezas. Então, eu convido você: Andiamo!

 

Alda Merini è stata una poetessa, scrittrice e aforista italiana.

Nel è nata Il 21 marzo 1931 a Milano. Lei è sicuramente ancora oggi una delle più importanti e amate poetesse italiane. Il suo talento nella poesia fu scoperto quando lei aveva soltanto 15 anni. Da allora, la Merini pubblicò con una certa costanza. Più volte, nel corso della sua vita, fu ricoverata e curata per disturbi di tipo bipolare, cosa che ci fa vedere che la sua vita non è stata la più semplice. Infatti, da quando era una bambina, Merini è stata descritta come sensibile e malinconica, che stava quasi sempre per conto proprio e poco compresa dai genitori. La poesia di Alda Merini è sempre stata “carne e spirito insieme, un insieme di esplosioni d’amore, di sentimento, che intrecciano senza fine pulsioni corporee e alti picchi spirituali.”

“In lei vita e poesia sembrano fondersi perfettamente, verso e malattia appaiono ineludibilmente abbracciate, Uomo e Poesia coincidono, tra le mura del manicomio e la difesa di un’identità che sembra possibile solo nel verso poetico. Tuttavia, nonostante il cliché, nei suoi versi tutto sembra “pregno” di questo legame: i malati di Alda Merini sono disperatamente soli e crudeli, come bambini abbandonati e aggrappati alla loro malattia che diventa sogno e sconfitta, finestra e cella, possibilità e negazione di una possibile identità sempre negata e tuttavia mai taciuta.”

Questo sentimento di essere appartata degli altri, che sembra di averla accompagnato da piccola, lei li esprime così: “La mia infanzia non ha nulla di caratteristico: un’infanzia apparentemente, esteriormente comune ma, data la mia sensibilità acuta e forse già esasperata, ricca di toni a volte angosciosi, melanconici. Sono sempre stata isolata, chiusa in me stessa, pochissimo compresa anche dai miei e, forse per questo, il mio amore per loro non aveva confini, era assoluto. A scuola, parlo dei corsi elementari, sono sempre stata prima e senza fatica perché lo studio fu sempre una mia parte vitale.”

Oggi voglio farvi vedere delle poesie che esprimono questo carattere malinconico della poetessa italiana. Malinconico, sì, però anche e forse proprio per questo riflessivo, profondo e, secondo me, di una potenza straziante.

Il poema che ho scelto si chiama Ho bisogno di silenzio ed è sicuramente il mio preferito. In questa poesia, è sicuro pensare che Alda Merini parla di un silenzio in cui rifugiarsi. E così lei chiede quel momento di intimità a chi sa “leggere col pensiero”, a chi, anche senza parlare, sa capire. Perché spesso il rumore delle parole non ci permette di pensare, di ascoltare la voce interiore che abbiamo. La Merini descrive la fretta, la fugacità dei rapporti liquidi che spesso si hanno, descrive l’inconsistenza di certi legami basati su parole di troppo.

 

Ho bisogno di silenzio

Lo stile di Alda Merini, poetessa di squisita sensibilità, è caratterizzato allo stesso tempo da una spiccata lucidità visionaria e da una certa inquietudine di sottofondo, espresse tuttavia attraverso toni semplici, lineari, limpidi. Una sorta di «fantastica irruenza» creativa, per usare le parole del critico Giorgio Manganelli.

 

Quer conhecer outros artistas e mais sobre a cultura e língua italiana? Acesse o site www.ibravissimilondrina.org e nos acompanhe nas redes sociais.

 

》Edição- Thiago Franzim

》Apresentação e Produção- Letícia Cazarin, Ana Caroline Romero e Hylea Ferraz

》Música- Ciaccona, de Francesca Caccini.

Red Mess e o processo criativo em podcast #2

Red Mess – O processo criativo em podcast #2

Red Mess - O processo criativo em podcast

Red Mess – O processo criativo em podcast #3